Come organizzare gli scaffali in magazzino? 5 Consigli utili

Swipe to the left
Come organizzare gli scaffali da magazzino
By Stefano Gatti 9 months ago 235 Views

Capire come organizzare gli scaffali in magazzino è importante perché il concetto di Lean Manufacturing si basa su questo: snellire ogni operazione del processo produttivo e logistico, dal spostamento di magazzino, carico e scarico fino alla movimentazione dei prodotti finiti.

La produzione snella punta su 5 principi-guida che permettono all’azienda di massimizzare l'efficienza e ottenere grandi risultati a parità di possibilità. Spesso nei percorsi interni si perdono tante risorse. In primo luogo il tempo. E chi gestisce un magazzino conosce bene questo problema.

Uno dei punti essenziali riguarda proprio il come organizzare gli scaffali in modo da semplificare e automatizzare il lavoro di chi opera in questo spazio. L'ottimizzazione del magazzino permette una diminuzione dei tempi di produzione, il miglioramento del servizio clienti, la riduzione delle scorte, dello spazio a terra occupato e dei costi complessivi di gestione della produzione, distribuzione e trasporto. Tutte le attività devono essere fluide secondo i principi del Lean Manufacturing, ecco come applicare questo principio alla gestione virtuosa e funzionale degli scaffali del magazzino aziendale

Consapevolezza dello spazio utile

Il primo passo per affrontare il tema dell’organizzazione della scaffalatura in uno spazio di stoccaggio è la pianificazione. Chi lavora in questo settore deve sapere in primo luogo qual è lo spazio a disposizione per l’opera di immagazzinamento, anche in termini di altezza. Proprio perché alcune soluzioni possono prevedere uno sviluppo in altezza per sistemare la merce liberando spazio prezioso a terra.

Le scaffalature su misura sono efficienti in termini di spazio, ergonomiche, resistenti, protettive e orientate al 5S. Stiamo parlando di scaffali personalizzati che si adattando alle dimensioni di cui hai bisogno, con tutte le funzionalità 5S: un posto per tutto e ordine!

Poi c’è bisogno di una valutazione di quante scorte tenere in magazzino. Qui entra in gioco un altro principio della Lean Production, vale a dire la necessità di ridurre al minimo le scorte non necessarie. Questo sistema è il Kanban ed è ampiamente utilizzato in ambiente Lean Manufacturing, per gestire lo stock in modo efficiente. Un sistema Kanban ben progettato garantisce un flusso in cui il tuo stock viene rifornito just-in-time senza interruzioni. Una produzione snella deve affrontare solo ciò che serve in un determinato momento, in questo modo il magazzino non deve essere pensato come un luogo da riempire a tutti i costi, ma è uno spazio in cui materie prime ed elementi necessari al ciclo produttivo si muovono velocemente e in base a logiche precise. Quali sono? Continua a leggere per approfondire.

Eliminare ogni percorso superfluo

Regola base nel processo organizzativo di un magazzino. Soprattutto quando ci sono ampi spazi da gestire e distanze da percorrere. Anche se gli operatori hanno la possibilità di ridurre i tempi con attrezzature e tecnologie di movimentazione dei materiali manuali, automatizzate e semi-automatizzate - tipo carrelli, veicoli a guida automatica (AGV) e motrici elettriche con uomo a bordo - è necessario creare dei percorsi semplici e facili da comprendere, ricordare e gestire in fasi di lavoro congestionate.

Detto in altre parole, chi lavora nel magazzino non deve perdersi tra gli scaffali ma ha bisogno di percorsi chiari e ridotti. Contrassegna con la marcatura a pavimento i percorsi e le posizioni in magazzino. La marcatura dei pavimenti non solo ti aiuta a ottimizzare i processi in modo più fluido e ad utilizzare meglio gli spazi disponibili ma ti garantisce una maggiore sicurezza del magazzino. I percorsi e i passaggi sono definiti e mantenuti liberi per i passaggi interni.

La marcatura del pavimento è obbligatoria e serve per rispettare le linee guida del piano della viabilità aziendale D.Lgs. 81/08 per la sicurezza sul lavoro.

Nella pianificazione degli spazi avvicina i materiali il più possibile alla zona di produzione, così limiterai le camminate, i tempi di trasporto e il traffico dei carrelli elevatori.

Ovviamente per avere dei buoni risultati hai bisogno - oltre alle competenze logistiche di un professionista per la progettazione dei magazzini - di una planimetria completa dello spazio.

Sfrutta tutti gli spazi disponibili

Molto dipende dal tipo di merce, questo è vero, ma in fase di pianificazione devi capire come organizzare gli scaffali in magazzino senza perdere un solo centimetro di spazio. Utilizza scaffalature modulari totalmente personalizzabili, proteggono i tuoi componenti e liberano spazio a terra. Adatta la scaffalatura alle dimensioni esatte di cui hai bisogno e non il contrario! Per massimizzare l'uso efficiente della scaffalatura massimizza la densità di stoccaggio (senza compromettere l'accessibilità e la flessibilità) e utilizza lo spazio in altezza. Ad esempio, se la merce non è soggetta a danni nel momento in cui le scatole vengono impilate, e non è richiesta ventilazione, si può procedere con l’accatastamento ordinato e gestito su euro pallet per semplificare lo spostamento.

Se invece lavori soprattutto con oggetti piccoli devi attrezzare il magazzino con una scaffalatura capace di ottimizzare gli spazi sfruttando anche le pareti. Ovviamente per gli elementi di minuteria è necessaria una parete con cassettiere Madia.

Se hai puntato sul magazzino a scaffalatura devi valutare una serie di elementi decisivi per evitare futuri problemi. Ad esempio l’altezza degli elementi. Assicurati che l'operatore lavori in modo ergonomico Golden Zone portando i prodotti a maggiore rotazione ad altezza ergonomica, otterrai meno errori di picking grazie ad una visione d'insieme, tempi di prelievo più brevi, e riduzione degli spazi!

Organizza in base a uso quotidiano

La pianificazione degli scaffali necessari a organizzare la merce in magazzino dipende da tanti fattori, soprattutto dal tipo di prodotto gestito (contenitori, cassette in plastica VDA KLT, parti sfuse, componenti lunghi ecc...). Ma c’è un principio che non deve e non può mai venir meno quando si ragiona sul come organizzare gli scaffali in magazzino: la praticità di prelievo e la gestione FiFo dal acronimo inglese “First In First Out” dei materiali. Il sistema FiFo è una modalità di gestione del magazzino dove il primo oggetto introdotto è il primo ad uscire.

I Flow Rack o magazzini dinamici consentono ai contenitori di plastica, cassette KLT o parti sfuse di fluire da dietro a davanti grazie alle rulliere inclinate in cui la forza di gravità forza il prelievo su base FiFo.

I Flow Rack sono ideali per un sistema KanBan e sono essenziali al Lean Transformation poiché si può operare senza interruzioni che si verificherebbero in genere in fase di carico o scarico dello scaffale. L'implementazione dei Rack a gravità aumenta sostanzialmente la produttività e l'efficienza del magazzino.

Che si tratti di un magazzino di grandi dimensioni o di uno spazio a misura d’uomo non fa differenza. La merce, i componenti e l’oggettistica di uso quotidiano va organizzate in settori che permettono un facile reperimento.

Tutto ciò che non ha un uso costante nel tempo ed è caratterizzato da una bassa rotazione può essere posizionato in aree remote del magazzino. Ben inteso, l’accesso deve essere comunque semplificato e facile da raggiungere ma si dà priorità a tutto ciò che ha una rotazione di prelievo maggiore.

Riconoscibilità elementi in magazzino

Vuoi rispettare il principio della massima efficienza in termini di tempo, movimento e l'organizzazione interna? Hai bisogno di strumenti pratici e facili da intuire anche a distanze considerevoli? La gestione snella del magazzino si basa anche sulle regole del buon senso e della comunicazione efficace.

come organizzare il magazzino

Per ottimizzare e rendere funzionale il tuo magazzino in ottica Lean Manufacturing hai bisogno di un lavoro puntuale di identificazione degli scaffali, dei contenitori e della segnaletica orizzontale. Ciò significa che devi utilizzare elementi visuali che consentono l'affissione di dati, identificabili a colpo d'occhio per semplificare il lavoro di chi deve lavorare in magazzino ottimizzando il funzionamento e la gestione del vostro magazzino. Tra le soluzioni a disposizione troviamo:

La lista dei prodotti utili in questi casi è lunga. Sono tante le esigenze di chi deve organizzare un magazzino in modo da rendere rapido il lavoro per muoversi tra le corsie. Il compito di chi deve capire come organizzare il magazzino non è solo legato a come sistemare gli scaffali e i ripiani, ma riguarda anche la buona comunicazione.