Ridurre i costi del magazzino: 7 consigli Lean Warehousing

Swipe to the left
Come ridurre i costi del magazzino: 7 consigli
By Stefano Gatti 5 months ago 120 Views

Massimizzare i profitti in un mercato imprevedibile e altamente competitivo richiede un’attenta gestione secondo i principi del Lean Manufacturing. Come sapete, la gestione del magazzino svolge un ruolo vitale nella Supply Chain in quanto influisce pesantemente sulle casse dell'impresa. Il magazzino è il portafoglio dell'azienda perché contiene i prodotti che rappresentano il business aziendale. Gestire al meglio il magazzino significa ottimizzare la gestione ordini ed evitare sprechi aumentando l’efficienza del sistema di stoccaggio al fine di evitare errori e ridurre perdite economiche. Da dove iniziare il lavoro di miglioramento e riduzione dei costi del magazzino? Ti abbiamo selezionato alcuni consigli utili.

Costi di magazzino

Cosa incide sui nostri costi di magazzino? Iniziamo a individuarli e suddividerli in tre categorie:

  • Costi di gestione ordine, rientrano tutti i costi di logistica come i trasporti, l’accettazione, la verifica merce e i costi amministrativi come contabilità e spese ordinarie.
  • Costi di stoccaggio merce, comprendono gli affitti, luce, riscaldamento, manutenzione e i costi legati alla operatività del magazzino, il personale, software gestionali, attrezzature, muletti ecc…
  • Altri costi tipo rottura di stock, l’obsolescenza della merce, misure di sicurezza per la protezione delle merci contenute in magazzino.

Questi sono i principali costi che influiscono nella gestione del magazzino, caratteristica comune? Aumentano al aumentare del volume delle merci stoccate e movimentate.

Le soluzioni

Per ridurre i costi di magazzino, ci sono sette soluzioni alle quali si può ricorrere:

  • Costi di trasporto, deve essere tra i tuoi obbiettivi principali, chiedi supporto a un consulente per negoziare al meglio le trattative con i vettori senza intaccare i livelli di servizio.
  • Riduci attese e spostamenti inutili, due pilastri in un unico punto. Lo abbiamo sottolineato durante l'articolo dedicato alla metodologia SMED: bisogna eliminare le attese inutili. Per fare questo mappa i processi, semplifica, riduci i passaggi e verifica le fasi coinvolte nel flusso di prodotto e nella preparazione ordini. Meno passaggi equivale a maggiore efficienza e minor costi. Questo non significa solo cronometrare quanto tempo ci vuole per chiudere un pacco, ma verificare se esiste un modo più rapido e meno faticoso per ottenere lo stesso risultato. Eliminare i movimenti inutili è importante in termini di riduzione dello spreco, e lo puoi fare anche attraverso elementi del Visual Management che possono eliminare incomprensioni come le visual boards e la marcatura a terra adesiva. Feedback sulle prestazioni individuali, la tua organizzazione gestisce i KPI critici? Conosci la tua produttività, il costo per collo e il reso? Non puoi attuare misure di riduzioni costi se non hai ben chiare le metriche di criticità. Crea regolarmente dei feedback ai lavoratori sulle prestazioni individuali e dipartimentali. Risponderanno con maggiore produttività.
  • La gestione della Supply Chain include la pianificazione degli ordini di acquisto per gestire al meglio il magazzino. Sviluppa politiche di conformità fornitore, inclusi termini e condizioni d’acquisto, consegna puntale, specifiche di qualità articolo, imballaggio ed etichettatura dei prodotti. Spingi i fornitori al valore aggiunto nella Supply Chain in modo da ricevere un prodotto pronto da esser stoccato o spedito. Ciò riduce manodopera e la rielaborazione degli errori.
  • Pick to Light, hanno ridotto i costi per rendere questa tecnologia accessibile e disponibile a tutte le aziende di diverse dimensioni. Il Pick to Light può essere applicato a tutti i processi e reparti, dal ricevimento alle spedizioni fino al montaggio per una maggiore efficienza e produttività. Questo sistema ha un tempo d'installazione rapido, non richiede IT o modifiche al tuo WMS e ha un ROI veloce.
  • Terza parte logistica 3PL. Proprio perché le voci di costo sono tante, e numerosi possono essere i costi nascosti che si celano dietro soluzioni non adeguate, sempre più aziende decidono di ricorrere alla gestione del magazzino in outsourcing, affidandosi a professionisti che mettono a disposizione, ad esempio, gli spazi, la logistica, le tecnologie di stoccaggio e il personale altamente qualificato. Appoggiarsi a una logistica 3PL consente di non legare il capitale a strutture o sistemi di gestione. Il 3PL ti consente di concentrarti sulle funzioni essenziali per sostenere la tua crescita. Valuta una logistica 3PL se hai bisogno di maggiore spazio.
  • Cross Docking, un modo intelligente per ridurre i costi di magazzino. Molto semplicemente, è la spedizione del prodotto dal fornitore direttamente al cliente, rimuovendo così l'intermediario e riducendo i costi su più punti. Risparmiare tempo e denaro per la gestione, lo stoccaggio, la consegna e la doppia manipolazione dei prodotti offre vantaggi per garantire una catena di fornitura ottimizzata con successo, tuttavia è fondamentale ricordare che l'obiettivo principale del Cross Docking è di spedire direttamente i prodotti come ricevuti, senza doverci apportare modifiche. Questo è spesso un punto di pressione per la gestione del magazzino in quanto è necessaria una soluzione continua. È qui diventa essenziale l'implementazione di un sistema di gestione del magazzino di prima classe.
  • Analisi periodica dei prodotti. Ogni magazzino è unico per natura, per gestire al meglio i prodotti bisogna analizzare attentamente i flussi di vendita. L'analisi di mercato ti aiuterà a individuare i prodotti con maggiore domanda per poter orientare il business aziendale. Il miglioramento della visibilità del magazzino ti aiuterà a ottenere informazioni più accurate sul livello delle scorte, consentendoti di prendere decisioni mirate. Avere il giusto stock di magazzino è essenziale per garantire la soddisfazione del cliente. La mancanza di disponibilità dei prodotti danneggia l'immagine aziendale. Devi aver chiaro lo stato del magazzino per sapere cosa acquistare e come organizzare il business.

Organizzare il magazzino

Le considerazioni sull'organizzazione del magazzino includono la struttura fisica, il flusso del magazzino, il posizionamento del prodotto e i metodi di stoccaggio. Queste ultime sono tutte considerazioni importanti per garantire un piano di ottimizzazione dello stoccaggio economico, organizzando la gestione del magazzino per ottenere una maggiore efficienza con costi ridotti. Con un analisi approfondita delle necessità e dei flussi potrai identificare gli strumenti e le attrezzature specifiche al tuo business adatti tra scaffalature idonee per stoccare i prodotti, postazioni di lavoro efficienti e carrelli lean migliorando il flusso di traffico, aumentando la produttività, il che si tradurrà in un'efficienza complessiva migliorata, che significa nient'altro che maggiore profitto per la tua attività e soddisfazione dei clienti.

Etichettatura del magazzino

Progettato correttamente il layout, la base per una corretta organizzazione del magazzino è una gestione visuale dei prodotti. E' necessario etichettare ogni prodotto e mappare le scaffalature, indicando con un codice alfanumerico gli scaffali, i ripiani e le posizioni. L'operatore riesce a velocizzare tutte le operazioni grazie alla possibilità d'identificare i prodotti tramite le etichette adesive o magnetiche e a leggere il codice con un barcode. Senza perdere tempo con fantasiose procedure: lascia in vista ciò che dà valore al processo produttivo e organizzativo.

La sistemazione può essere per lotti per avere un immediata data di scadenza o per matricola per avere maggiori informazioni sul singolo elemento. Inoltre la classificazione è utile anche per risalire al lotto e al fornitore in caso di problemi con i prodotti.

Ogni prodotto avrà la sua ubicazione fissa, in modo da facilitare la sistemazione della merce, velocizzare i tempi, semplificare il controllo degli stock e mantenere l'ordine. Un altro metodo di mappatura del magazzino è con sistema dinamico, prevede di stoccare la merce nel primo posto libero. Si utilizza con prodotti con elevata rotazione in combinazione con un WMS. Infine la mappatura per classi, dove la sistemazione della merce è definita dal indice di movimentazione. Il magazzino sarà diviso in tre aree: alta movimentazione, media e bassa.

Ti interessa di più su come organizzare gli scaffali in magazzino? Leggi il nostro articolo e condividi la tua opinione.

Sicurezza

Incidenti, cadute di merce e infortuni sono tra i principali rischi per chi opera in magazzino se si sottovaluta la sicurezza. Assicurati che ogni scaffalatura abbia la propria tabella di portata massima, per evitare danni alle scaffalature per sovraccarico fino alla rottura delle stesse. Delimita le aree, i percorsi e applica la cartellonistica di sicurezza su tutta la superficie con la segnaletica orizzontale conforme alle indicazioni del Decreto legislativo 81 del testo unico sulla salute e sulla sicurezza sul lavoro.

Chi entra in un magazzino deve conoscere o ricevere la giusta formazione e deve indossare i dispositivi di protezione individuale specifici per la mansione svolta.

Utilizza gli strumenti giusti

Quanto più è grande il magazzino, tanto più la gestione richiede l’utilizzo di software adeguati e di procedure professionali. Il giusto strumento permette di avere il controllo completo sulle merci in entrata, il loro stoccaggio, sui fornitori e sulle spedizioni. Il nostro intento è quello non solo di convincere ma di mostrare i benefici di un approccio snello all'organizzazione interna. Se hai bisogno di buone idee per ridurre i costi del magazzino questa è la strada da seguire, la Lean Manufacturing. Per fare questo c'è bisogno di uno studio attento dei processi operativi, e lo stesso vale per gli spostamenti della merce che si avvale di strumenti raffinati:

Se gli strumenti elencati per organizzare un processo di Lean Logistics, possono aiutare a raggiungere l'obiettivo c'è da aggiungere questo: senza uno studio dei flussi di merce non si raggiunge l'obiettivo. Sei d'accordo con questo approccio? Contattaci info@utekvision.com!